domenica 13 maggio 2018

Ottavo libro


Tutte le poesie
di Dario Bellezza (1944 – 1996)
Mondadori, 2016

Provocazione, consapevolezza, onestà, vulnerabilità. L'amore, il corpo, la malattia con le sue leggi, le illusioni e le delusioni, le crude verità della vita e delle relazioni umane, la solitudine; e la morte, la signora morte, sempre presente anche quando la malattia che l'ha ucciso non è ancora in scena. Dall'uomo che provoca e dissacra all'uomo che muore e piange il destino di tutti. 

OscarMondadori.it: «Il miglior poeta della nuova generazione»: così Pier Paolo Pasolini salutava l’esordio di Dario Bellezza, nel 1971, con la raccolta Invettive e licenze, che da subito riscosse un grande interesse nella critica e accese nel pubblico un vivace dibattito. E con Invettive e licenze si apre questo volume che, per la prima volta, riunisce tutti gli otto libri pubblicati da Bellezza fino a Proclama sul fascino apparso nel 1996, pochi giorni dopo la scomparsa dell’autore. Ai versi editi fa seguito un’appendice di testi dispersi, alcuni inediti, e che vuole offrire uno stimolo per accostare nuovi lettori alla produzione di uno dei poeti più controversi e ricchi di fine Novecento. L’attenta e partecipe curatela di Roberto Deidier, che di Dario Bellezza fu amico, consente non solo di inquadrare ogni testo nel momento in cui fu scritto, ma anche e soprattutto di cogliere il senso di un itinerario poetico globale e coerente, percorso da una tensione palpabile tra realtà e finzione, tradizione e trasgressione. Come in una tela caravaggesca, la poesia di Bellezza trova nel tema dell’eros e del corpo, sospeso tra incanto e sregolatezza, la sua più genuina, dirompente espressione.


http://www.nuoviargomenti.net/poesie/conversazione-inedita-con-dario-bellezza/

http://www.chronicalibri.it/tag/dario-bellezza/



------------------------------------

Nessun commento:

Posta un commento